Tag

Domani sarà una giornata speciale: all’ora di pranzo interverrò al Politecnico di Torino. Agli studenti del corso di termodinamica parlerò di fisiologia e di emozioni: come generare uno stato di sicurezza partendo dalla postura, per dare il meglio agli esami e ottenere risultati sorprendenti.Un aspetto singolare caratterizza questa esperienza, e cioè la durata del mio intervento: 18 minuti soltanto. Esattamente il tempo concesso ai conferenzieri delle TED.

ted-talks

Sai cosa sono le TED? L’acronimo sta per “Technology, Entertainment and Design”. Si tratta di un’iniziativa che nasce nel 1984 su impulso di Richard Saul Wirman, architetto e graphic designer e che sin dall’inizio si contraddistinse per lo spirito innovatore e rivoluzionario. Wirman, che presentò la prima TED Conference assieme a Harry Marks, intravide numerose analogie e punti di contatto tra tecnologia, intrattenimento e design e volle organizzare un evento annuale, una sorta di format che mettesse in luce questi punti. Ma non solo: tali conferenze annuali dovevano servire anche per illuminare il pubblico. Gli ospiti dovevano infatti essere sempre d’eccezione e rappresentare il meglio dei loro settori. La prima conferenza del 1984, ad esempio, ospitò la presentazione del Sony Compact Disc e l’anteprima dell’Apple Macintosh. Negli anni, il format ha ospitato personaggi del calibro di Bill Gates, Al Gore e Philippe Stark.

18 minuti, dunque. Per questo mi piace considerare quella di domani la “mia prima TED”, senza contare che anch’io, con lo stesso spirito dell’iniziativa che ha ormai assunto carattere mondiale, voglio contribuire a migliorare il mondo, a partire dalla qualità della vita degli studenti che verranno ad ascoltarmi, cui offrirò una tecnica di carattere pratico di straordinaria utilità (non solo agli esami…).

Ad maiora!

Annunci