Tag

, ,

CURIOSANDO SI CRESCE – Stanotte ho fatto un sogno. Ho sognato la Pubblica Amministrazione italiana super efficiente, con dipendenti motivati, iper tecnologici, collaborativi, che sfruttano i più moderni strumenti per facilitarsi il lavoro e facilitare la vita ai cittadini. Ero entusiasta nel vedere realizzato il mio desiderio, lo stesso che mi anima nel girare l’Italia per portare negli enti locali il corso di comunicazione efficace. Quando mi sono svegliato sono rimasto un po’ deluso nel realizzare che si trattava “solo” di un sogno. Mi sono alzato, ho fatto colazione, mi sono vestito e sono andato in ufficio. Intanto continuavo a sognare, questa volta a occhi aperti. Che bello sarebbe una P.A. capace di rappresentare il motore dell’Italia, le migliori energie presenti sul territorio: una P.A. all’avanguardia, rispettata, che guarda al futuro e anzi in qualche caso addirittura lo anticipa, una P.A. che annulla la burocrazia e fa suoi i principi di rapidità, immediatezza, reattività. 

Appena arrivato in ufficio ho notato sulla scrivania un ritaglio di giornale: era tratto dal quotidiano ItaliaOggi. Evidentemente qualche collega che mi conosce bene e sa qual è il mio pallino, me l’ha lasciato da leggere per farmi continuare a sognare a occhi aperti.

robot comune

E io cosa ho fatto? Una volta lettolo, l’ho recuperato in rete e adesso lo metto a vostra disposizione. Continuiamo a sognare, amici. Perché questo è il futuro. Anche della apparentemente scassata P.A. italiana.

Il robot fa l’assistente comunale

A venerdì prossimo.

Ad maiora!