Tag

, , , ,

👣CURIOSANDO SI CRESCE👣– ESTATE ⛱🚉✈️🚄⛺️🗻 – In vacanza, sì, ma con il cuore rivolto verso i nostri sogni e la mente verso la formazione. Il consueto appuntamento con la rubrica domenicale si trasforma e si adegua all’estate. Spunti di riflessione e stimoli anche ad agosto! Perché le ambizioni non vanno mai in vacanza, come anche la voglia matta di imparare e di trasformare la nostra Pubblica Amministrazione. 😉🚀🎯

COACHING P.A. viaggio

COACHING P.A. 56 Jaques Tati

Jacques Tati, nome d’arte adottato a partire dal 1945 da Jacques Tatischeff (Le Pecq, 9 ottobre 1907 – Parigi, 5 novembre 1982), è stato un regista, attore, mimo e sceneggiatore francese. Possiamo dire che ha inventato un nuovo genere, il “muto sonoro”, dove i dialoghi tra i personaggi ci sono, sì, ma sono pressoché insignificanti, mentre grande importanza è data ai suoni, ai rumori.

Tra i suoi capolavori ricordiamo: 
Les vacances de Monsieur Hulot (Le vacanze di Monsieur Hulot, 1953)
Mon oncle (Mio zio, 1958), con cui si aggiudica il Premio speciale della giuria al Festival di Cannes e, nel 1959, l’Oscar come miglior film straniero, soffiandolo a Monicelli, che concorreva con “I Soliti ignoti”.
Playtime (Tempo di divertimento, 1967)
Trafic (Monsieur Hulot nel caos del traffico, 1971)

A domenica prossima, amici.
Ad maiora!